Filosofia Quartotempo

“Penso che sia necessario educare le nuove generazioni al valore della sconfitta. Alla sua gestione. All’umanità che ne scaturisce. A costruire un’identità capace di avvertire una comunanza di destino, dove si può fallire e ricominciare senza che il valore e la dignità ne siano intaccati. A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare sul corpo degli altri per arrivare primo.”
Pier Paolo Pasolini

Presentazione e senso del “Progetto Calcio”

Il 6 settembre 2011 è nata l’A.S.D. QUARTOTEMPO FIRENZE raccogliendo l’eredità di un progetto sociale ed educativo nato all’interno della Cooperativa Sociale Matrix Onlus. Nel significato del nome Quartotempo è racchiuso il senso che vogliamo dare alla nostra Associazione Sportiva, composta da atleti, tecnici, educatori, dirigenti, specialisti del settore psicologico-educativo e da tutti coloro che vorranno farne parte: in molti sport esiste un primo e un secondo tempo che scandiscono il confronto a livello sportivo tra due squadre; esiste anche un terzo tempo dove il confronto lascia spazio alla condivisione tra coloro che prima erano “avversari”; ecco, abbiamo pensato al “quarto tempo” come rappresentazione di tempo più ampio, che nasce e si nutre nei primi tre e si dilata accompagnando la persona nel proprio percorso di vita quotidiana.

Foto di gruppo

Lo sport per noi è lo strumento per conoscere se stessi e gli altri, per  prendersi cura del proprio corpo e della propria salute, per giocare e divertirsi, per sentirsi partecipi nell’arricchimento di un progetto comune. Attraverso il gioco del calcio riuscire ad instaurare relazioni sempre più significative, condividendo con gli altri obiettivi, gioie, dispiaceri, risate e delusioni e assaporare le profonde differenze che ci sono tra noi tutti. La nostra equipe lavora insieme da sei anni ed opera con professionalità per accompagnare ogni persona nel proprio percorso con la speranza che gli atleti, lasciando gli spogliatoi dopo la doccia ed entrando nel “quarto tempo”, portino via con sé un numero sempre maggiore di cose e che abbiano la possibilità di dare a tutto ciò che gli capita un significato sempre più ricco attraverso la propria unica legittima prospettiva ed interpretazione.